Wähle ein anderes Land oder eine andere Region, um Inhalte für deinen Standort zu sehen. Select another country or region to see content for your location. Seleccione otro país o región para ver el contenido de su ubicación. Selecteer een ander land of een andere regio om de inhoud van uw locatie te zien. Vælg et andet land eller område for at se indhold, der er specifikt for din placering. Voit katsoa paikallista sisältöä valitsemalla jonkin toisen maan tai alueen. Choisissez un pays ou une région pour afficher le contenu spécifique à votre emplacement géographique. Επίλεξε μια άλλη χώρα ή περιοχή, για να δεις περιεχόμενο σχετικό με την. Scegli il Paese o territorio in cui sei per vedere i contenuti locali. 別の国または地域を選択して、あなたの場所のコンテンツを表示してください。 Velg et annet land eller region for å se innhold som gjelder der. Escolha para ver conteúdos específicos noutro país ou região. Välj ett annat land eller område för att se det innehåll som finns där. Konumunuza özel içerikleri görmek yapmak için başka bir ülkeyi veya bölgeyi seçin. Chọn quốc gia hoặc khu vực khác để xem nội dung cho địa điểm của bạn

Diese Box wird angezeigt, da die Seitensprache nicht mit einer den Browsersprachen übereinstimmt.

Close



Salario minimo e povertà in età avanzata dovuti alla distorsione della concorrenza con il denaro dei contribuenti

L’amministratore delegato di LIQUI MOLY Ernst Prost parla del dumping sociale a discapito dello stato

Gentili colleghe, cari colleghi.

Attualmente mi prendono di nuovo a calci in culo perché sono a favore dell'aumento del salario minimo. Molte aziende non sarebbero più redditizie– così si dice – se dovessero pagare salari più alti... Quindi è meglio conservare la situazione di profitto di un'azienda piuttosto che dare ai lavoratori il salario di cui hanno bisogno per vivere e che hanno sicuramente guadagnato generando il profitto dell'azienda? E no, così non va bene. Non va bene soprattutto se lo Stato, con tutti i soldi dei contribuenti interviene dando una mano a questi lavoratori e quindi indirettamente anche a questa azienda. Nel rapporto di lavoro e poi ancora di più per combattere la povertà degli anziani legata a un reddito troppo basso si utilizza il denaro dei contribuenti che deve essere prima guadagnato altrove. Così le aziende ricevono sussidi finanziari sotto forma di denaro aggiuntivo e simile, aumentando quindi la redditività dell’impresa grazie all'integrazione dei salari troppo bassi per i lavoratori con soldi pubblici.

 

Come è possibile che all'interno dello stesso settore ci siano ancora delle imprese che tirano avanti con questa strategia del salario minimo, mentre altre sono in grado di pagare stipendi decenti, anche in base a contratti collettivi concordati con i sindacati e i comitati aziendali? In questo modo tali imprese, pagando le loro tasse, sovvenzionano direttamente e indirettamente quelle aziende che non rispettano tali standard e che poi si definiscono addirittura attraverso i prezzi di mercato bassi. Non è un'arte l’essere a buon mercato se non pago i miei lavoratori in modo decente, non rispetto i contratti collettivi e faccio del salario minimo il metro di calcolo dei miei costi. Questo è completamente fuori luogo con l'economia di mercato, un abuso dei sistemi sociali e una distorsione della concorrenza. La concorrenza dovrebbe essere combattuta attraverso una performance migliore e non attraverso lo sfruttamento da furbi delle prestazioni dello Stato sociale, né tanto meno attraverso il mancato rispetto degli standard con riferimento alla sicurezza sul lavoro, alla tutela dell'ambiente e alla retribuzione.

 

Conclusione: Le persone devono essere in grado di guadagnarsi da vivere con il loro lavoro e questo dovrebbe essere possibile con un unico lavoro. Le imprese che non vogliono o non possono assumersi le proprie responsabilità sociali attraverso una retribuzione equa e adeguata dovrebbero studiare un modello di business diverso o aumentare i loro prezzi, ma in nessun caso devono essere messe stabilmente nelle condizioni di togliere il terreno sotto i piedi alle imprese sane con prezzi dumping, ottenendo sovvenzioni o sussidi diretti per se stesse e i loro dipendenti, o mandando la loro squadra all'ufficio di collocamento per chiedere l'integrazione dei loro miseri stipendi.

Il vostro

Ernst Prost


Italia

Europe

Bosna i Hercegovina
Czechia
Danmark
Deutschland
Eesti
España
France
Great Britain
Hrvatska
Ireland
Italia
Kosovë
Latvija
Lietuva
Magyarország
Nederland
Norge
Österreich
Polska
Portugal
Schweiz
Slovensko
Srbija
Suomi
Sverige
Türkiye
Ελλάδα
Македонија
Монтенегро
Россия
Србија
Украина

Asia Pacific

Australia
Brunei
Indonesia
Malaysia
Myanmar
New Zealand
Pakistan
Singapore
Thailand
Việt Nam
Казахстан
Киргизия
ישראל
ایران
中国
日本
대한민국

Americas

Argentina
Bolivien
Brasil
Chile
México
Paraguay
Perú
Trinidad & Tobago
Uruguay

The United States, Canada and Puerto Rico

Canada
USA

Africa, Middle East and India

South Africa
Uganda