• 03/05/2021
  • Unternehmen

Nessun segno di crisi alla LIQUI MOLY

Lo specialista tedesco di oli e additivi nel mese di aprile segna un fatturato superiore del 60 percento rispetto all'anno precedente

La forte crescita del fatturato di LIQUI MOLY è continuata anche nel mese di aprile. Con 60 milioni di euro, il fatturato si è attestato al 60% in più rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, che ovviamente era già segnato dal crollo della domanda dovuto alla pandemia. Ma anche rispetto al mese di aprile 2019, risulta sempre un aumento pari al 26%. “Quest'anno siamo partiti con molto slancio e abbiamo intenzione di mantenerlo", afferma l'amministratore delegato Ernst Prost.

Con un fatturato di 65 milioni di euro, il mese di marzo è stato quello con il miglior risultato nella storia aziendale. “Non siamo riusciti a batterlo in aprile, ma rappresenta comunque una performance impressionante di tutta la squadra”, spiega Ernst Prost. Tradizionalmente la crescita è stata più forte a livello internazionale che in Germania, dove LIQUI MOLY detiene già una quota di mercato considerevole ed è quindi difficile proseguire la crescita.

Analizzando i primi quattro mesi di quest'anno, LIQUI MOLY è cresciuta soprattutto nelle regioni strategiche in cui è attiva attraverso le proprie affiliate: In Italia, Australia e Sudafrica, le vendite sono raddoppiate rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, e persino negli Stati Uniti e in Canada, il più grande mercato di vendita dopo quello della Germania, le vendite sono aumentate di oltre il 40%.

Tale crescita è frutto della strategia d'investimento anticiclica degli ultimi dodici mesi. “Inoltre, sembra che alcuni concorrenti siano ancora in fase di letargo”, spiega Ernst Prost. Ma al successo c'è anche il rovescio della medaglia: “Dobbiamo compiere molti sforzi per procurarci le materie prime in quantità sufficienti. E poi stiamo cercando disperatamente dei container navali per spedire i nostri oli e additivi ai nostri clienti”, così dice Ernst Prost. “È una lotta quotidiana, ma riusciremo a risolvere anche questo”.

Ovviamente, anche LIQUI MOLY sta risentendo degli effetti delle restrizioni messe in atto in molti paesi a causa della pandemia. Tuttavia, grazie alla sua diversificazione internazionale, l'azienda è in grado di compensare il calo del business in alcuni paesi intensificando gli affari in altri. “Nel complesso però, vediamo come la vita economica globale prenda sempre più velocità”, afferma Ernst Prost. “Ci auguriamo comunque che nel corso dell'anno si possa tornare sempre di più alla normalità”.

Peter Szarafinski
Head of Media Relations International
Telefono:
+49 731 1420-189
Fax:
+49 731 1420-82
E-mail:
peter.​szarafinski@​liqui-​moly.de