Wähle ein anderes Land oder eine andere Region, um Inhalte für deinen Standort zu sehen. Select another country or region to see content for your location. Seleccione otro país o región para ver el contenido de su ubicación. Selecteer een ander land of een andere regio om de inhoud van uw locatie te zien. Vælg et andet land eller område for at se indhold, der er specifikt for din placering. Voit katsoa paikallista sisältöä valitsemalla jonkin toisen maan tai alueen. Choisissez un pays ou une région pour afficher le contenu spécifique à votre emplacement géographique. Επίλεξε μια άλλη χώρα ή περιοχή, για να δεις περιεχόμενο σχετικό με την. Scegli il Paese o territorio in cui sei per vedere i contenuti locali. 別の国または地域を選択して、あなたの場所のコンテンツを表示してください。 Velg et annet land eller region for å se innhold som gjelder der. Escolha para ver conteúdos específicos noutro país ou região. Välj ett annat land eller område för att se det innehåll som finns där. Konumunuza özel içerikleri görmek yapmak için başka bir ülkeyi veya bölgeyi seçin. Chọn quốc gia hoặc khu vực khác để xem nội dung cho địa điểm của bạn

Diese Box wird angezeigt, da die Seitensprache nicht mit einer den Browsersprachen übereinstimmt.

Close



"Guerra o battaglia?"

Ernst Prost spiega perché la retorica di guerra non aiuta contro gli effetti di questa pandemia, ma servono invece competenze e lavoro duro.

Buongiorno a tutti e benvenuti a una nuova settimana lavorativa!

 

(Molti dei nostri colleghi e delle nostre colleghe in altri paesi oggi sono tornati diligentemente alle loro mansioni).

"Tutte le volte che apro un rubinetto ed esce acqua pulita e trasparente ringrazio Dio". Questa frase di mia zia di 90 anni torna sempre alla mente anche a me quando apro un rubinetto. Niente in questo mondo e nella nostra vita è scontato. Abbiamo tantissimo per cui essere grati e goderci la vita. Conosco solo ancora una manciata di persone che nella propria vita hanno partecipato all'abominio della Seconda Guerra Mondiale...  E un paio di dozzine di persone che hanno vissuto l'orrore di altre guerre (Iugoslavia, Sudan, Siria, Yemen, Ukraina) e che continuano a viverlo... Quello di avere cibo e acqua pulita è uno stato di grazia; godere di forniture mediche, libertà e democrazia - e senza che qualcuno ti spari contro... È un privilegio avere un tetto sulla testa, non dover soffrire il freddo e poter vivere in pace.

Questa pandemia mostra quanto è sottile il ghiaccio su cui cammina l'essere umano. Ma non è una guerra - no, è una battaglia. Non si tratta di uccidere persone, ma di salvarle. Questa è la differenza tra guerra e battaglia. In una guerra si cancella la vita, in una battaglia la si difende. Una battaglia riguarda anche la cura, la salvezza, il sacrificio e l'amore.

Continuiamo quindi a lottare anche questa settimana! È una battaglia giusta ed è una battaglia necessaria! Se ognuno fa del proprio meglio al proprio posto, se fa quel pezzo di strada in più e per questo contribuisce in maniera significativa a vincere una battaglia, la vittoria sarà anche del team, della squadra, della società intera o anche di un'azienda come la nostra. Vittoria come sopravvivenza; vittoria come conservazione del posto di lavoro e vittoria come fare del bene.

Per questo ripeto il mio invito: Combattiamo, vinciamo e facciamo del bene con tutte le nostre forze, con il cervello, con il cuore e con le nostre mani. Per i nostri clienti, per noi stessi e per tutte le altre persone.

Ancora una nota su un altro rubinetto, quello della pompa di benzina. Come tutti hanno potuto leggere, l'OPEC ha deciso un taglio "drammatico" della produzione.  A maggio e giugno i paesi  produttori di petrolio intendono estrarre 10 milioni di barili in meno al giorno. A prima vista sembra molto. Sapete qual è la produzione totale giornaliera? Circa 100 milioni di barili. Il taglio corrisponde quindi al 10%... Quindi non sarebbe così preoccupante, no? Soprattutto considerando che il consumo mondiale di petrolio al momento non arriva a 100 milioni di barili al giorno e neppure a 90 milioni, ma si attesta al massimo a 70 milioni... Quindi i nostri amici dovranno fare un altro paio di tagli se non vogliono che il mondo affoghi nel petrolio. Ma questa è una conseguenza marginale.

Ora divertiamoci e godiamoci il nostro importante lavoro per la nostra famiglia internazionale Liqui Moly / Meguin.

 

Il vostro

Ernst Prost


Italia

Europe

Bosna i Hercegovina
Czechia
Danmark
Deutschland
Eesti
España
France
Great Britain
Hrvatska
Ireland
Italia
Kosovë
Latvija
Lietuva
Magyarország
Nederland
Norge
Österreich
Polska
Portugal
Schweiz
Slovensko
Srbija
Suomi
Sverige
Türkiye
Ελλάδα
Македонија
Монтенегро
Россия
Србија
Украина

Asia Pacific

Australia
Brunei
Indonesia
Malaysia
Myanmar
New Zealand
Pakistan
Singapore
Thailand
Việt Nam
Казахстан
Киргизия
ישראל
ایران
中国
日本
대한민국

Americas

Argentina
Bolivien
Brasil
Chile
México
Paraguay
Perú
Trinidad & Tobago
Uruguay

The United States, Canada and Puerto Rico

Canada
USA

Africa, Middle East and India

South Africa
Uganda